Pubblicato il Lascia un commento

Combattere l’usa e getta a Natale

Caro Babbo Natale, 
aiutami tu a far passare il messaggio che il 25 dicembre è uno dei giorni più belli dell’anno ma che non può e non deve essere la sagra dell’usa e getta, visto che il pianeta è uno solo e non se la sta cavando troppo bene. 
Sia chiaro, non sono contro ai regali e neanche alle decorazioni per la casa però ragazzi miei, la cosa ci sta decisamente sfuggendo di mano!

L’altro giorno ho fatto una passeggiata in centro con Giulio e mi sono imbattuta nelle bancarelle del mercato, dove i miei occhi hanno potuto vedere la corsa all’acquisto inutile e senza nessun controllo. La calca ai banchi degli addobbi di pessima qualità ma dal costo ridicolo che si tradurrà in tanta spazzatura entro la fine delle feste. La fila per acquistare regali cinesata ma sempre dal costo basso e che quindi va bene lo stesso perchè bisogna fare pensierini a tutti “altrimenti che figura ci faccio”. E avanti così, con una serie di comportamenti assolutamente poco ragionati e dalle conseguenze pesanti per l’ambiente che ci circonda.

Quando si affrontano con le persone argomenti del genere la prima risposta che ci viene data è “Ma io non mi posso permettere altro”. Consentitemi però di dire che nella maggior parte dei casi non è vero. Se parliamo delle decorazioni della casa basta comprarne poche, giusto per dare quel tocco festivo alla casa, acquistarle con un minimo di qualità e queste ci dureranno per degli anni. Per il tema regali a Natale ammetto che sono un po’ contraria a quelli fatti per gli adulti, proprio perchè si finisce per avere una lista infinita di acquisti da fare e il risultato è appunto quello di ritrovarsi a spendere pochi euro per persona e difficilmente per quelle cifre si riuscirà a prendere qualcosa di valido. Meglio dedicarsi solo ai bambini

Se invece ci si ritrova in una situazione in cui si è “costretti” a fare regali per tutti per non essere sempre gli unici a non farli allora il mio consiglio è uno, partire con larghissimo anticipo. Io, non scherzo, ho acquistato il primo di quest’ anno ad agosto! Mi piace che siano regali pensati, scelti possibilmente tra i prodotti di artigiani o di piccole realtà. Per cui se in piena estate una delle mie ceramiste del cuore mette in vendita una tazza che trovo perfetta per una persona a me cara la prendo subito e la metto da parte aspettando il Natale (storia vera!).

In questo modo diluisco la spesa nei mesi, sostengo altre mini realtà imprenditoriali italiane come la mia e faccio del mio meglio per degli acquisti consapevoli. 
Per fortuna Natale è sempre lo stesso giorno tutti gli anni e possiamo organizzarci per tempo!
A proposito di sostenere i piccoli imprenditori, vi lascio il link per scaricare gratuitamente la letterina di Babbo Natale della mia amica Laura, altra meravigliosa donna che lotta ogni giorno per far risplendere il suo sogno.

Vi auguro un Natale consapevole, fatto di scelte ragionate, profumo di mandarini, lucine dorate e risate con gli amici.
Sara

Lascia un commento